Finalmente Natale

Finalmente Natale

è uno stato d'animo

Finalmente Natale

Finalmente Natale

è uno spirito di condivisione

Finalmente Natale

Finalmente Natale

è la voglia di stare insieme

Finalmente Natale

Finalmente Natale

è immergersi nella sua atmosfera

Cerca

torrone

L’origine di questo dolce, praticamente onnipresente sulle tavole italiane in questo periodo, è incerta, ma la nascita tradizionale è legata al matrimonio di Bianca Maria Visconti e di Francesco Sforza, avvenuto a Cremona nel 1441. Fonti storiche testimoniano ad ogni modo la presenza di una specie di torrone già in epoca sannitica; non a caso Benevento è a sua volta assai rinomata per questo prodotto.

rate Media alarm 60 min  people  1,5 kg di prodotto


Ingredienti
  • 300 gr di miele
  • 300 gr di zucchero
  • 100 gr di acqua
  • 150 gr di nocciole pelate e tostate
  • 550 gr di mandorle pelate e tostate
  • 150 gr di canditi tritati
  • 3 albumi
  • 1 busta di vanilina
  • scorza grattugiata di due limoni
  • 30 ostie

 Come fare:

  1. Mettete il miele in una pirofila e fatelo scaldare a bagnomaria, a fuoco basso, per un’ora e mezzo, mescolando in continuazione con un cucchiaio di legno. Poco prima che il miele sia cotto versate in una casseruola lo zucchero e l’acqua e fateli cuocere, sempre mescolando.
  2. Montate a neve gli albumi, quindi uniteli al miele ormai pronto, che con questa aggiunta si gonfierà, diventando bianco e spumoso.
  3. Unite allora le mandorle, le nocciole, la frutta candita, la scorza dei limoni grattugiata, la vanillina e amalgamate il tutto.
  4. Prendete lo stampo e sistemate sul fondo metà delle ostie (se non si ha a disposizione lo stampo è sufficiente fare la stessa operazione e creare la forma desiderata aiutandosi con una spatola).
  5. Versate il composto nello stampo, livellate bene la superficie e coprire con le ostie rimaste. Lo spessore del composto dovrebbe essere di circa 2-3 cm.
  6. Mettete, sopra le ostie, un tagliere con dei pesi, in modo che il composto si solidifichi meglio e lasciate riposare così per 30 minuti.
  7. Infine capovolgete lo stampo su un ripiano e quindi tagliate il torrone a pezzi della misura voluta.
  8. Avvolgete i pezzi ottenuti prima in carta pergamena e poi in fogli d’alluminio e conservateli in luogo fresco e asciutto in una scatola di latta o metallica per favorirne la preservazione.

  I consigli del cuoco:  
 

In caso di nocciole e mandorle non sgusciate, la pelatura e tostatura segue le istruzioni già viste nella ricetta dei Ricciarelli.

Il miele può essere considerato pronto quando, versandone una goccia in poca acqua fredda, si solidificherà. Analogamente lo zucchero sarà pronto quando una goccia, versata in un piattino, formerà una perla bianca e croccante.

La preparazione del torrone non è semplice e si consiglia di chiedere la collaborazione di qualcuno, per non interrompere le fasi di mescolamento durante la cottura.

Particolarmente apprezzata la tipologia morbida al cioccolato, ottenuta con l’aggiunta di cioccolato fondente o al latte, da ridurre in pezzi e da far sciogliere assieme all’acqua e allo zucchero.

 

Pin It

About Us

FinalmenteNatale nasce nel 2011 dalla voglia di condividere con il Web la nostra passione per questo periodo dell'anno. Abbiamo raccolto tante notizie interessanti, tenendo come filo conduttore la magia del Natale.
Cucinare insieme, addobbare la propria casa, riunirsi attorno ad un tavolo con i propri piccoli, colorando un allegro disegno. 
Se alla fine della vostra visita, avremo contribuito a premettere tutto ciò, ci sentiremo soddisfatti del nostro continuo lavoro di aggiornamento e completamento del sito. 
Buona navigazione da tutto lo staff di FinlamenteNatale. 

Dalla sezione "Fai da te"

Entra nella nostra Community!

Iscriviti al sito! Entra a far parte della Community ed aiutaci a crescere!